Chi sono

Fin da bambino mi sono dedicato allo sport, praticandone diverse discipline. Quando mi sono arruolato come volontario nell’Esercito Italiano ho scoperto il paracadutismo, a cui mi sono dedicato con entusiasmo fino a superare nel corso degli anni i test di abilitazione sia in ambito militare che sportivo. A oggi ho all’attivo oltre 400 lanci in caduta libera. E la voglia di mettermi alla prova non si esaurisce qui. La montagna esercita da sempre su di me un grandissimo fascino. Mi dedico all’arrampicata su roccia, allo sci-alpinismo e alla speleologia. Ma la mia più grande passione l’ho incontrata nel 1998, organizzando una scalata in solitaria della parete nord della Marmolada: il ghiaccio. Su quella via di ghiaccio, di oltre 200 metri, con pendenze che raggiungono i 60°, ho capito cosa cercavo. Da quel momento il fascino di questo elemento naturale mi ha portato a vivere più di 10 anni di spedizioni polari. L’uomo e la natura, il mondo. Un mistero che continuo a inseguire.