Resolute Bay 07-03-2011

Salve a tutti,

be……non mi è facile descrivere quello che ho dentro in questo momento. Ora sono nella mia piccola stanza e di fronte a me, mentre scrivo questo nuovo post, c’è una piccola finestra senza gli scuri (come nella maggior parte dei paesi nordici) e oltre la finestra ad una trentina di metri, si trova una casa quasi interamente coperta di ghiaccio…ma la cosa che rende meraviglioso questo momento è che proprio sopra la casa si intravede la nuova luna…giusto uno spicchio di luna color giallo vivissimo…bella…meravigliosa…e solamente questo mi fa dimenticare tutto quello che ho passato in questi ultimi 12 giorni.

Oggi siamo andati tutti a prendere le slitte nell’Hangar della Kenn Borek…il silenzio avvolgeva tutto ma nulla è perduto…nulla è perduto perchè nessuno viene quì per perdere del tempo o per fare un viaggio avventuroso, chi raggiunge Resolute Bay lo fa con una determinazione tale da poter “digerire” anche una simile ritirata dovuta alle condizioni critiche continue del tempo.
Quì non si viene per tentare la traversata del Polo Nord e basta, qui si viene per raggiungere un obiettivo uno scopo di vita, e se non è adesso la giusta ora per raggiungerlo, lo sarà sicuramente la prossima volta!

La voglia di ritornare è ancora più viva e grande di prima, anche se dovrò sudare parecchio per recuperare la somma che mi servirà per ritentare la traversata dell’Oceano Artico.

……so che ritornerò…ma la terza volta sarà quella buona!!!!

La forza che ho dentro è inimmaginabile, sono fermo da qualche giorno ma ho un’anno di allenamento da smaltire…..quindi…..:-)
:-)…se riesco a novembre di quest’anno tenterò la traversata del Polo Sud in solitario ma con una forza mentale che mai ho avuto in tutti questi anni di attività.

Certo devo farmi un pò di conti in tasca prima di decidere e partire, ma credo di avere tutte le carte in regola per poter nuovamente coinvolgere chi mi sta vicino ad aiutarmi per ripartire in una nuova sfida.

Voglio ringraziarvi tutti per avermi seguito in queste lunghe giornate…grazie con tutto il cuore.
Scusatemi se non ho mai risposto hai vostri commenti, ma li ho letti tutti con molta felicità perchè mi incoraggiavano e mi facevano sentire ancora più italiano.

Grazie ancora.

Michele

| 5 commenti

Resolute Bay 05-03-2011 Comunicato

Tutte le spedizioni

La nostra partenza era prevista per il 25 di Febbraio ma qua viviamo la frustrazione di rimando dopo rimando a causa del mal tempo su tutto l’Oceano Artico. Le slitte sono da una settimana nel’ Hangar della Ken Borek Air che ci aspettano sull’aereo… e noi invece non riusciamo a raggiungerle. Invece siamo rinchiusi in albergo dove ci tocca spendere una fortuna in denaro!

Il problema grande e che partendo alla fine di Febbraio avremo avuto 60 giorni per arrivare al polo. Sono già pochi ma si e limitati dal’ buio che ancora è presente nel nord fino alla fine di febbraio da una parte e dall’altra che ad aprile inizia il disgelo dei ghiacci.
Tutte le sere ci ritiriamo in “standby” solo per scoprire alle 7 del mattino che non si può partire.

Non contenti di accettare una sola previsione siamo riusciti ad ottenere una previsione metereologica indipendente che ci conferma la bassa pressione e le bufere previste su tutta la costa artica fino alla fine della settimana del 10 Marzo.
Partendo due settimane dopo il previsto vorrebbe dire essere consci già prima della partenza che non si avrebbe il tempo idoneo per raggiungere il Polo Nord.

Siamo adesso confrontati con l’unica risoluzione possibile, cioè di non partire.
Sono tre le squadre che aspettano. Gli Irlandesi, Pat Falver e Clare O’Leary, i RAF; Matthew Stowers e Jules Weekens e L’Italiano Michele Pontrandolfo. Ci sono state tante discussioni fra le squadre perchè fin dall’inizio eravamo in società per dividere I costi del’ aereo iniziale.

Muniti con tutte le statistiche delle spedizione precedenti, con le previsioni metereologiche per quest’anno, la decisione possibile era una. Non si poteva partire solo per la semplice avventura, ma la responsabilità che ognuno ha verso gli sponsor, ha messo in primo piano la grande possibilità di fallimento dovuta alla mancanza di giorni disponibili.

E con molta riluttanza che tutte tre le spedizioni hanno deciso di non partire per il Polo Nord nel 2011

Pat Falver
Clare O’Leary
Michele Pontrandolfo
Jules Weekens
Matthew Stowers

| 6 commenti

Resolute Bay 04-03-2011 aggiornamento

…faccio un aggiornamento veloce della situazione…e non fa presagire nulla di buono.

L’immagine satellitare evidenzia nettamente la situazione nella zona di Cape Discovery e da esperienza penso che domani mattina la Kenn Borek confermerà nuovamente lo stop dell’aereo.

Il vento soffia a 25 k/nots equivalente a quasi 47 km/h…vento molto forte per un aereo DC 3 in atterraggio sulla banchisa polare, senza una pista tracciata e con atterraggio a vista…il rischio è molto elevato.

Tutti noi (spedizione irlandese, inglese e italiana) abbiamo avuto una settimana piena di tensione, sempre con l’idea di partire il giorno dopo ma puntualmente la telefonata di Rick (Kenn Borek Air) cancellava oltre il che volo, anche ogni speranza di partenza nella stessa giornata.

Tutto questo causa comunque dello stress psicofisico, che con l’andare dei giorni si fa sentire sempre più…l’emozione della partenza fa si che non si chiuda occhio di notte per svariati motivi…tensione, nervoso per le giornate perse e poi quella terribile sensazione di non riuscire in tempo a terminare la traversata per il 26 aprile, ultima data disponibile per il recupero dal Polo Nord…insomma anche con tutta la buona volontà di questo mondo dopo un po’ si cede ma non allo sconforto, bensì alla rassegnazione pensando che forse “nulla capita per caso”.
Credo anche che chi ha la forza di mettere a rischio la propria vita per attraversare l’Oceano Artico con l’obiettivo di raggiungere il Polo Nord Geografico, ha anche un grande privilegio, quello di avere una saggezza interiore non comune a tutti la quale gli permette di affrontare l’inevitabile traendo da questo tutto ciò che ha di positivo.

Non siamo ne super uomini e nemmeno mercenari alla ricerca di successo, siamo di certo degli uomini che hanno trovato un meraviglioso sistema per esplorare e conoscere la cosa che più viene ricercata dall’uomo…la conoscenza di se stesso….questo è l’Esploratore Polare del 2000.

Ora incrociamo le dita per domani mattina.

Buona notte

Michele

| 1 commento

Resolute Bay 04-03-2011

Buona sera a tutti,
è inutile nascondere quanto tutti noi siamo stanchi di questa situazione che sempre più si fa insostenibile…nuovamente rinviato il volo per cattivo tempo e per vento forte a terra.
Non so cosa dire……domani mattina alle 06:45 avremo un nuovo bollettino meteo e se positivo partiremo alle 09:00 verso Cape Discovery.
Ora vado un po’ a riposare perchè sono molto stanco, ci sentiamo al prossimo post.
Buona notte a tutti

Michele

| 2 commenti

Resolute Bay 03-03-2011 domani si parte!…forse :-)

Eccomi….
emozionato è teso al punto giusto, domani mattina alle 08:00 ora canadese sapremo se riusciremo a partire verso Cape Discovery oppure rimanere per un’altro giorno a Resolute Bay.
Se la compagnia aerea da l’ok guadagnamo un giorno e mezzo (52 operativi di traversata) di traversata, altrimenti tutto verrà nuovamente posticipato a sabato mattina.
Oggi dopo aver parlato con Mauro, Angelo e Fabrizio su come affrontare la situazione che si è creata a causa delle pessime condizioni atmosferiche, la risposta è stata unanime…
“devi partire e guardare avanti in modo positivo per tutto il lavoro che hai fatto e per tutte le persone che credono in te”.
…………
Io vi ho fatto un riassunto molto veloce delle tre telefonate, ma vi garantisco che un nodo alla gola lo ho avuto per ognuno di loro.

In questi momenti mi scorrono a carosello migliaia di cose nel cervello. Prima di tutto la mia famiglia, i miei amici che spesso ho trascurato e la mia città Pordenone, poi inizio con il continuo pensiero se tutte le cose che ho stivato dentro le slitte sono giuste e soprattutto se ho fatto le scelte migliori…il ghiaccio chissà in che condizioni sarà?…poi iniziano i dubbi…ho fatto un buon allenamento? Riuscirò a sopportare tuto il freddo? Riuscirò a cavermela in caso di necessità o di pericolo? Riuscirò a montare la tendina in modo corretto? Sarò attento a tutto mentre preparerò da mangiare?….tantissimi altri pensieri continueranno a tormentarmi fino a che non raggiungerò l’Oceano Artico. Questo è quello che mi attende per questa notte e per domani mattina.

Bè posso dire che il cuore e tutto quello che gli gira attorno sono sollecitati abbastanza in questi momenti. 🙂

Ora vi lascio dicendovi che domani partirò assieme alle altre due spedizioni com’era previsto e che darò il massimo per raggiungere il Nord geografico.

Vi saluto

Michele

| 4 commenti

Resolute Bay 03-03-2011

Ciao a tutti,
le ultime notizie sembrano buone ovvero venerdì mattina partiamo ma la certezza ci verrà data questo pomeriggio. Di sicuro sabato mattina ma al 90% venerdì.

Bè è una bella notizia solo che questo ritardo ha causa del cattivo tempo mi sta rendendo difficile la valutazione nel ripianificare la traversata. Questo perché:…perché 51 giorni sono pochi ed ora la cosa migliore sarebbe quella di non avere una scadenza nel recupero al Polo Nord come invece mi ritrovo io. Le altre due spedizioni non hanno molto da pensare, perché in questi giorni di stop forzato hanno organizzato il recupero aereo anche dopo il 26 aprile.

Non che io sono rimasto a mani in tasca ad aspettare gli eventi, ma qui si tratta solamente di vile denaro…ovvero chi ha soldi (molti soldi) dopo questa bufera va avanti chi invece non ne ha torna a casa…questa è la cruda realtà!

Purtroppo le mie forze non riescono a sostenere quello che invece le altre due spedizioni riescono a fare.
Ora, ho rischio tutto della mia vita futura (il detto “chi non rischia non rosica” qui non ha senso di dirlo)…ma nel senso concreto e pratico della parola…oppure me ne devo ritornare a casa e lasciare perdere tutto.
4 giorni e mezzo in meno nella traversata dell’Oceano Artico fanno molta differenza.

Quello che è successo e che sta succedendo non era previsto da nessuno.

Per il momento è tutto,
vi saluto tutti

Michele

| 1 commento

Resolute Bay 01-03-2011

Ciao a tutti,
di certo è che il tempo è ancora brutto nella zona di Cape Discovery e che per il momento la Kenn Borek Air ha deciso che il Drop off sarà effettuato sabato mattina.

Tutto questa situazione sta recando molto disagio a tutti dato che i giorni a disposizione per raggiungere il Polo Nord passano da 60 a 51.

……difficile dire qualcosa….solo speriamo di avere un pò di fortuna con il ghiaccio polare, forse se le condizioni saranno decenti qualcosa riusciremo a recuperare in giorni di marcia.

Domani faremo una riunione, dove decideremo se avvalerci tutti di un rifornimento aereo a metà traversata o se rientrare dal Canada posticipando la data di 4 giorni ovvero dal 26 al 30 di aprile.
Ma è tutto da valutare e di conseguenza dopo la decisione verranno ripianificate le slitte con viveri e materiali.

Oggi ha fatto molto freddo e con il raffreddamento da vento si sono toccati i 50 gradi sotto lo zero, ovvero quello che il corpo umano percepiva.

Vi aggiorno domani su nuovi sviluppi.

Un caro saluto

Michele

Le slitte si trovano nell'hangar della Kenn Borek da domenica





| 2 commenti